I ragazzi di CoderDojo Trento hanno creato programmi che sono stati mandati sulla Stazione Spaziale Internazionale, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) nell’ambito della AstroPI Challenge 17/18! L’Associazione CoderDolomiti ha coordinato i laboratori di informatica che si sono tenuti alla Biblioteca Comunale di Trento e all’ITT M. Buonarroti, dove i piccoli partecipanti hanno realizzato delle cartoline virtuali da mostrare agli astronauti e definito degli esperimenti scientifici da svolgere sulla stazione programmando schede elettroniche Raspberry PI.

Siamo incredibilmente orgogliosi dei nostri ragazzi che hanno partecipato al progetto, e dei mentor e dei genitori che li hanno seguiti. In particolare, ringraziamo i mentor Alessandro Ebranati per aver diretto le operazioni spaziali e realizzato diversi tutorial in italiano,  Cristina Guerrero, Gianvito Taneburgo per l’aiuto nelle prime fasi del progetto, i genitori Michele Bortolotti, Raffaele Giaffreda e Stefano Dusini per la preziosa assistenza fornita durante laboratori, ed infine i prof. Massimo Saiani, Federica Antonucci e Francesco Nozzoli dell’ITT Buonarroti per i suggerimenti sui progetti da presentare e l’ospitalità fornita durante il Linux Day.

In particolare, la sfida è stata divisa in due parti, la Mission Zero e la Mission Space Lab, a cui hanno partecipato vari gruppi di ragazzini di CoderDojo Trento Il codice scritto dai ragazzini per entrambe le missioni è stato approvato dall’ESA e per la Mission Zero è già stato eseguito sulla Stazione Spaziale Internazionale il 1° Febbraio 2018 !  Altro codice per la Mission Space Lab verrà eseguito da Febbraio a Maggio 2018, e successivamente analizzeremo i dati raccolti !

 

La Mission Zero

Durante la Mission Zero una decina di ragazzini durante i laboratori di CoderDojo Trento hanno prima programmato in un simulatore online di schede elettroniche Raspberry PI, successivamente il codice scritto da quasi tutti i ragazzi è stato validato dall’ESA ed eseguito sulla Stazione Spaziale Internazionale il 1° Febbraio 2018! La notizia è stata anche ripresa dalla CoderDojo Foundation.

Ecco i certificati dei nostri ninja:

Mission Space Lab

Naturalmente, non potevamo farci mancare neanche la Mission Space Lab, più complessa, in cui 2 team da 4 ragazzini ciascuno  assistiti dai mentor hanno cominciato immaginando un paio di esperimenti ( Orbita della ISS e Pressione spaziale) che potessero essere realizzati sulla Stazione Spaziale Internazionale. L’ESA ha poi approvato il codice di entrambi i progetti (in totale ne sono passati 114 su 200),  e ci ha spedito anche due speciali schede Raspberry AstroPI, che i nostri ninja hanno usato per testare il proprio codice. Durante i mesi prossimi partirà la raccolta dati sulla Stazione Spaziale (di durata 3 ore, corrispondenti a due orbite attorno alla Terra) che potremo poi analizzare in Maggio / Giugno.

Chi fosse interessato …

L’ESA probabilmente ripeterà il concorso in futuro – nel caso qualche insegnante fosse interessato e volesse informazioni e/o assistenza su come procedere,  può contattarci a info@coderdolomiti.it. Garantiamo che il progetto della Mission Zero è assolutamente fattibile e coinvolgente per qualunque ragazzino che abbia già qualche esperienza di coding (anche solo in Scratch), mentre invece la Mission Space Lab è un po’ più complessa ma sicuramente entrambe risultano estremamente gratificanti !

Per capire meglio di che si tratta, riportiamo qua la presentazione del progetto AstroPI da parte dell’astronauta Paolo Nespoli: